Natural Mixing

Natural mixing nasce dall’idea di manipolare clip audio/video in modo istintivo, tramite il solo movimento delle mani.

Il piano su cui ci muoviamo è stato suddiviso in tre parti (zone attive), che fanno riferimento ai tre video proiettati.

Mantenendo la mano ferma sulla zona relativa al video che vogliamo gestire otteniamo uno stop frame, andando su e giù lo si può riavvolgere in entrambi i sensi (forward/rewind) come con un comunissimo telecomando. Entrando ed uscendo dalle tre singole zone attive, si cambia il video proiettato (a disposizione ce ne sono circa una ventina). Ogni video è associato ad un suono caratteristico che crea di volta in volta una diversa ambientazione sonora. L’installazione risulta così imprescindibile dal suo spettatore che, per continuare a “fruire”, deve necessariamente intervenire in modo attivo. Il sistema funziona senza sensori; sfrutta una telecamera che coglie i movimenti delle mani e un software che li elabora associandoli ai video e ai suoni precedentemente encodati.